Aspettative troppo elevate?

In internet esistono davvero molti siti che ci aiutano a proporre nuovi giochi per stimolare i nostri figli (lapappadolce.net, scuolainsoffitta.com, lacasanellaprateria.com…) e per me come insegnante e come mamma sono una miniera d’oro! La cosa più difficile però non è tanto quella di proporre nuovi stimoli ma di stare con i propri figli e bambini. Staccare il cervello dalla marea di cosa da fare, sederci a terra e fermarci. Proporre e non pretendere il risultato, lasciare sperimentare, lasciare che facciano da soli. Questa, che sembra una cosa tanto banale, è la cosa più importante. Non pretendere che dietro un disegno si nasconda un Picasso, che dietro ad un calcio dato ad una palla ci sia Pelè, che dietro ad una parola ci sia Platone. Abbassiamo le aspettative, dimentichiamoci i risultati e osserviamo il loro divenire senza giudizio. Il giudizio non è solo negativo, anche l’aspettarci troppo dai nostri figli li danneggia perchè devono lottare per non deluderci e vederci sempre con il sorriso. Non credo sia una questione di bravo o cattivo detti troppo spesso, ma è l’atteggiamento mentale con cui ci poniamo. Se ci aspettiamo troppo dai nostri figli loro sentono la delusione nei nostri cuori quando non ci arrivano. Lasciamo loro tempi, spazi e vicinanza. Non ci chiedono nulla di più. E quando abbassiamo le nostre aspettative, le nostre preoccupazioni e li lasciamo respirare, vi assicuro che anche per noi è solo un piacere! E ricordiamoci che ogni bambino è unico ed è unico sempre! Quando ha un anno, quando ne ha 3, quando ne ha 19! Sempre! E ognuno raggiunge i suoi traguardi con i suoi tempi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *