Progetti Educativi

Parte del mio lavoro consiste nell’attività di educatore ambientale. In questo senso svolgo progetti in collaborazione con varie organizzazioni, cooperative e presso scuole di diverso ordine e grado.

compostiera RodariI laboratori scolastici sviluppano varie tematiche, tra cui il saper fare, l’utilizzo dell’energia, il riciclaggio e il riutilizzo, ma principalmente L’AGRICOLTURA. Le attività in classe sono concepite in modo partecipato e interattivo. La visione di filmati, il toccare con mano e il dialogo continuo sono il miglior modo per coinvolgere bimbi e ragazzi rispetto ai temi trattati. L’interesse spesso vago e soffuso esplode nei momenti in cui si riesce ad avvicinare le esperienze di vita degli alunni con l’argomento trattato. Si aprono porte impensabili e gli alunni diventano spontaneamente primi attori degli incontri sviluppando in autonomia risposte ai problemi, prese di coscienza e impegno personale. In questo senso l’esperienza di vita personale vicina alle attività svolte aiuta a incontrare le sensibilità dei ragazzi.

AREE ATTIVE:

LABORATORI SUL CONSUMO CONSAPEVOLE. Le finalità consistono nel permettere di riconoscere la salubrità degli alimenti, distinguerne la provenienza e il grado di elaborazione, saper leggere le etichette. Con i ragazzi più grandi il lavoro è anche socio-economico e geo-politico. La sensibilità dei ragazzi in questo momento storico ha la necessità di comprendere il funzionamento del mondo globale e fluido in cui si trovano ecco perché ogni intervento che riguarda il consumo è anche legato a queste tematiche di portata così ampia, ma imprescindibili.

PROGETTI DI ORTICOLTURA: Questa attività è fra tutte la più attiva. Fin’ora sono stato coinvolto nell’attivazione di circa 15 esperienze orticole sul territorio. A vario titolo abbiamo svolto attività di sensibilizzazione nei confronti delle tematiche dell’agricoltura eco-compatibile, sull’argomento che lega cibo ed energia e sull’importanza del sequestro del carbonio dall’atmosfera attraverso le pratiche agricole innovative. In particolare per quanto riguarda le innovazioni e le recenti applicazioni in campo agricolo, esse sono una parte preponderante di queste attività in modo da proporre approcci molto diversi dalla tradizione agricola consolidata, la quale, purtroppo, nel corso del tempo ha creato svariati problemi ai terreni e agli ecosistemi in generale.

LABORATORI SUL SAPER FARE. Le finalità sono la creazione di prodotti di uso domestico in modo da far comprendere come sia possibile riappropriarsi della capacità di produrre da se artigianalmente. Ciò aumenta l’autostima e la comprensione del valore relativo del denaro. Inoltre si nota come aree e interessi spesso poco attivi negli alunni inizino ad aprirsi e sviluppare in autonomia idee e progetti anche molto innovativi e geniali. L’intento è dunque quello compiere alcuni piccoli esempi e dimostrazioni solo per dare il “la” alla fantasia di tutti.

LABORATORI SULL’ENERGIA E L’ACQUA. Questo progetto ha l’intento di portare alla luce il valore dell’energia, l’importanza del fattore spreco e dell’esauribilità delle risorse energetiche con particolare riferimento all’importanza dell’acqua. Più in generale le tematiche dell’energia vengono legate alla disponibilità e ancora una volta al consumo delle risorse da parte della specie umana. In un ottica anche permaculturale vengono date opzioni e scenari sia nel consumo delle risorse sia nella traiettoria evolutiva della specie umana che al momento si trova in una momento di grande svolta che è necessario comprendere a fondo da parte delle generazioni che domani si troveranno ad affrontare i problemi creati fino ad ora.

Parallelamente alle esperienze con le classi porto avanti percorsi di formazione anche per insegnanti, privati e aziende in modo da migliorare i loro strumenti conoscitivi riguardo i temi ambientali e legati alla sostenibilità umana, anche per lo sviluppo didattico.seminario pratiche agricole sost. 2

Con aziende e privati il lavoro consiste nello sviscerare e portare alla luce temi e obiettivi di fondo della sostenibilità umana. Declinare poi ciò che è emerso in atti e scelte operative è un lavoro che comporta grande attenzione e impegno da parte di tutti i soggetti coinvolti e dunque un lavoro molto complesso ma altrettanto ricco di stimoli e soddisfazioni.

Riuscire a trasmettere gocce di una nuova cultura basata sul rispetto di noi stessi come esseri umani presenti e futuri prima ancora dell’ambiente e del territorio è un modo per cercare di formare la massa critica necessaria alla positiva risoluzione della svolta epocale in cui siamo immersi.

Creazione di un orto sinergico in una scuola dell'infanzia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *